L’ Azienda

Italian Cable Company (ICC) è un’azienda leader nel settore dei cavi per l’industria e la distribuzione di energia con sede direzionale e produttiva a Bolgare, in provincia di Bergamo. Nasce dall’intuizione e dall’impegno della famiglia Rota che fonda nel 1961 Rota Cavi, società destinata a seguire un percorso di crescita di oltre cinquant’anni sul mercato nazionale e internazionale.

past_the_pylons

La spinta imprenditoriale della famiglia Rota porta all’acquisizione di Tuste nel 1994. L’assetto organizzativo che ne segue determina la nascita di Italian Cable Company nel 2001 (ICC). Un nome inglese, che rispecchia l’ambiziosa volontà di espandersi oltre i confini nazionali, facendo leva sulla qualità del prodotto e sull’affidabilità garantite dal ‘’Made in Italy’’.

Il passaggio successivo di crescita per ICC è rappresentato dal forte progetto di espansione all’estero: due le imprese consociate con sede oltreconfine, E-Cablaje in Romania e Tecno-Indusil in Argentina. Sul fronte italiano l’azienda acquisisce Siltek a Cremona nel 2005, società dedicata alla produzione di cavi per alte temperature che verrà incorporata in ICC nel 2009.

La crescente complessità dei mercati richiede attenzione e flessibilità: ICC ha adeguato negli anni la propria vision, lo scopo è agire il cambiamento e non subirlo.

eolic
ICC è oggi un punto di riferimento del mercato dei cavi a livello internazionale: tuttavia non smette di tendere al rinnovamento, puntando all’eccellenza nel raggiungimento dei più alti requisiti tecnici, nella ricerca di soluzioni ad-hoc e nel superamento delle aspettative del cliente. Nell’ottica del miglioramento continuo ICC persegue quotidianamente l’ottimizzazione e l’efficienza dei suoi processi produttivi.
I nostri punti di forza: investimenti in ricerca e sviluppo, tecnologie all’avanguardia, flessibilità organizzativa, costante attenzione all’individuo e all’ambiente.

In oltre mezzo secolo di storia Italian Cable Company è diventato un vero gruppo internazionale, con stabilimenti in Italia e all’estero e più di 600 dipendenti.